Sedazione cosciente Lodi

Niente più paura dal dentista!

Contattaci ora!

  • Home
  • Sedazione cosciente

Sedazione cosciente

Ricostruzione e conservazione dell'elemento dentario


La sedazione cosciente è utile in tutti quei casi in cui il paziente vive con ansia la seduta dal dentista.

Tramite una mascherina nasale viene somministrato ossigeno e protossido di azoto che riduce sia la soglia del dolore che l'ansia e la paura del dentista.

Il paziente rimane sempre sveglio e non appena si interrompe la somministrazione di protossido d'azoto vi è un ritorno alla piena coscienza senza alcun effetto collaterale.

Risulta particolarmente utile anche con i bambini, poiché facile da somministrare ed allo stesso modo efficace nel rendere più gradevole l'appuntamento con lo specialista.


Spesso la fatidica frase “Devi andare dal dentista!”, crea un senso di angoscia, di sgomento.

Sedazione

Secondo gli ultimi sondaggi, registrati nel 2016, il 20% degli individui è letteralmente affetto da ansia nei confronti delle cure odontoiatriche, ossia soffre di vere e proprie fobie.

Probabilmente, la causa di tutto ciò, va ricercata nel fatto che un dentista opera direttamente su una area delicata del nostro corpo, utilizzando particolari strumenti, come ad esempio bisturi, pinze, trapani e scalpelli.

Ad accrescere questo senso di ansia è anche l’immagine stereotipata di “falsi dentisti” che spesso, nei loro interventi, fanno a meno dell’anestesia, o ancora più gravemente non ne valutano a pieno l’efficacia, operando senza tener conto del possibile dolore che il paziente può provare.

Proprio per questo motivo molte persone rifiutano del tutto anche solo l’idea di una semplice visita odontoiatrica, aggravando così il proprio stato di salute.

Ma oggi è scientificamente provato che con la sedazione cosciente è possibile curare tranquillamente i denti senza alcun dolore.

Finalmente il dentista può operare in modo più pratico, sicuro ed efficace, su un paziente rilassato, sereno, vigile e collaborativo. Il paziente sedato avverte un senso di vuoto alla testa, di leggerezza ed un intorpidimento generale di tutto il corpo.

Non dimentichiamo che la sedazione cosciente non è un’anestesia generale!                                                  

Il paziente mantiene autonomamente la pervietà delle vie aeree ed ha tutte le capacità di rispondere a qualsiasi stimolo fisico o verbale proveniente dall’esterno.

La sedazione cosciente è particolarmente indicata per i bambini, i fobici, i portatori di handicap, gli anziani, i cardiopatici, i diabetici e gli ipertesi.

Esistono due diversi metodi di sedazione cosciente:

  1. inalatoria, basata sull’inalazione di un gas denominato protossido d’azoto;
  2. endovenosa, basata sull’uso di benzodiazepine.

Vediamo ora nel dettaglio come vengono esercitate queste due tecniche anestesiologiche.

Sedazione cosciente mediante il protossido d’azoto o “gas esilarante”

Con apposite mascherine nasali, il paziente inala una miscela di gas (ossigeno e protossido di azoto), a percentuale fissa e non tossica.

Il protossido di azoto è un gas innocuo, conosciuto fin dal 1800. Non crea allergie di nessun genere ed inoltre non viene metabolizzato dall’organismo, ma espulso velocemente con la respirazione polmonare.

Sedazione cosciente con protossido di azoto

Dopo pochi minuti dall’inizio della somministrazione, sopraggiunge un piacevolissimo stato di relax, di calma psicofisica, che invade tutto il corpo.

Alla fine della seduta viene somministrato ossigeno puro, fino a quando l’effetto del gas esilarante non scompare del tutto (max 20 minuti dopo).

È una tecnica conosciuta da ormai diversi anni, utilizzabile per tutte le principali terapie odontoiatriche, dalla semplice igiene orale alle cure conservative e canalari, dalla presa delle impronte dentali, agli interventi chirurgici paradontali, dalle estrazioni, agli impianti.

Sedazione cosciente per via endovenosa con farmaci tranquillanti

Sedazione cosciente con tranquillanti

Il secondo tipo di sedazione, invece, consiste nella somministrazione per via endovenosa di un composto fatto di benzodiazepine (Diazepam, Midazolam), in combinazione con uno dei tanti analgesici narcotici (morfina).

Logicamente, la dose di benzodiazepine da somministrare viene valutata da un anestesista in base all’anamnesi del paziente ed alla sensibilità al dolore.

La benzodiazepina ha un effetto istantaneo di tipo inibitorio in grado di togliere la paura del dolore, mentre l’analgesico produce uno stato di lieve eccitazione.

L’effetto anestetico di questa combinazione dura per circa 20 - 40 minuti dalla somministrazione. Durante la sedazione vengono monitorati tutti i parametri vitali del paziente.

Questo tipo di tecnica viene utilizzata durante interventi particolarmente complessi, soprattutto per pazienti anziani, cardiopatici, diabetici e ipertesi.

Il paziente non avverte, comunque, alcun dolore durante la terapia, ma ha come unico inconveniente, l’impossibilità di guidare, a termine dell’intervento.                                                                                                                                                         

Grazie alla sedazione cosciente, è stato possibile creare un feedback positivo tra il paziente fobico ed il dentista, requisito indispensabile per una buona riuscita dell’intervento, che va oltre qualsiasi tecnicismo professionale.

 


Dr. Dario Cianci
Iscrizione all'Albo dei Medici Chirurghi della Provincia di Milano - Iscrizione all'Albo degli Odontoiatri della provincia di Milano N. 2044

Via Francesco Reina, 5 - 20133 Milano (Zona Viale Campania)
Piazza della Spiga, 1 - 26836 Montanaso Lombardo (LO)
declino responsabilità | privacy - cookie policy

Tutte le informazioni pubblicate nel presente sito web sono diramate nel pieno rispetto delle linee guida del Codice di Deontologia Medica sulla "Pubblicità dell'informazione sanitaria" del 06/04/2007.
AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non devono essere intese come sostitutive del parere clinico del medico, pertanto non vanno utilizzate
come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via e-mail vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento.
La visita medica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

www.dentisti-italia.it

© 2017 «Powered by Dentisti Italia». E' severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.